Il Risveglio della Forza, che ha già superato il miliardo di dollari worldwide, è sulla strada giusta per diventare l’episodio della saga di Star Wars con l’incasso maggiore di sempre, dopo A New Hope. La sfida produttiva e commerciale di Disney è vinta, anzi, stravinta. E quella autoriale? Secondo me sì, come ho ampiamente sostenuto nella mia recensione. Come sempre capita, nonostante un sostanziale plebiscito (94% di percentuale positiva su Rotten Tomatoes lato critica, 8,6 su IMDB lato pubblico, i due indicatori con il bacino di raccolta più numeroso e variegato) si sono levate (legittime) voci critiche sulla qualità del film. Così, mi sono segnato le sette perplessità che ho letto più frequentemente, per dare a ognuna una risposta plausibile.

Ah, ovviamente c’è qualche spoiler.

Il film non ha credibilità scientifica!

Ovvio, Guerre Stellari non l’ha mai avuta, nè mai l’avrà. Non c’è nulla di verosimile o scientificamente possibile in Star Wars. Del resto se mi dici che copri “la rotta di kessel in meno di 12 parsec” utilizzando un sistema di misura che non riguarda il tempo ma la distanza, già hai preso le distanze dal “Club del Solenoide”.La saga non è mai piaciuta molto agli scienziati che però, in ambito cinematografico, hanno davvero solo 2001 come unico titolo “credibile” da vedere.

Il film non è originale/non ha idee/è impersonale/manca il cuore!

Beh, Disney paga 4 miliardi un brand cinematograficamente rischioso (Episodio 2 e 3 sono quelli che hanno incassato meno tra tutti i film dell’esalogia, anche se han fatto bene in termini assoluti), reduce da una trilogia che bene o male non è piaciuta molto nemmeno agli appassionati e dà pure carta bianca a regista e sceneggiatori per fare gli innovatori? Credici.
PRIMA si porta il pubblico al cinema, si celebra il passato, si allarga la fan base, si recupera il malloppo, POI eventualmente, si innova. Ma che vuol dire “innovare”? Certo, la letteratura fantascientifica degli ultimi anni è spesso riuscita a trovare spunti molto originali rispetto al cinema (molti libri dell’Universo Espanso son migliori dei prequel, ma pure Fate of Atlantis è meglio di Indy IV…), tant’è che quando le due strade si incrociano la carta batte quasi sempre la pellicola (vedi The Martian, che pure è venuto abbastanza bene). Detto ciò, in Star Wars non conta quasi mai cosa succede ma come viene raccontato e in Episodio VII la narrazione è fluida ed efficace, specie se si considera che ci sono una trilogia da far dimenticare e una, chiusa a doppia mandata, da continuare. Per come la vedo io, gli spin off (esaurendosi in loro stessi) e Episodio VIII (che dovrebbe sviluppare i tanti spunti di questo), saranno più “originali”, ma non aspettatevi Jodorowsky.

Il cattivo è poco credibile! Kylo Ren è un bimbominkia! Adam Driver ha la faccia da pirla!

Il cattivo DEVE essere poco credibile, in quanto appunto incrocio tra un emo/bimbominkia in attesa di essere formato da un nuovo Maestro e un fanboy del più grande supermegacattivo della storia del cinema che era diventato tale dopo un processo durato tre film e X anni. Kylo Ren è uno dei personaggi più interessanti in assoluto della nuova trilogia: sclera come un teen frustrato, agita una spada che non sa ancora usare ma quando si applica è capace di bloccare a metà strada un raggio laser. Proviene da una famiglia evidentemente disfunzionale (dico, pensa avere come genitori una “canaglia” come Solo e una principessa) e qualcosa è andato storto alla scuola dei Jedi. E’ ipereattivo, viscerale, umorale e non potrebbe essere altrimenti. Adam Driver ha la faccia che ha, è un ottimo attore e finora lo ha ampiamente dimostrato in tutti i film/serie a cui ha partecipato, compreso questo. Se poi ce l’avete contro quelli che hanno le orecchie da Dumbo, problemi vostri (e sì, la maschera deve togliersela, perchè se la indossa per tutto il film e non sbaglia mai diventa identico a Darth Vader ossia già completamente formato/sicuro/deciso.  Se devi mostrare una persona fragile, piena di dubbi e incertezze ce la devi far vedere in faccia e quella deve pure fare qualche cazzata). E poi, vogliamo ricordare il periodo pre-Darth con Anakin bambino (scassapalle) o adolescente (pure peggio di Kylo)? Tempo al tempo…

Ci sono incongruenze narrative!

Ah sì? E in base a quale logica? Mi dici “Come fa Rey dopo mezzo secondo a convincere la guardia a lasciarla andare?” e io ti rispondo “La Forza, ovvero la scusa che vale per qualsiasi alterazione del nesso tra causa/effetto in Guerre Stellari da 40 anni a questa parte”. La Forza è il numero 42, la risposta a tutte le domande. O devo proprio andarti ad elencare le millemila incongruenze PALESI della trilogia originale? Perchè guarda che ce n’erano a pacchi, solo che hai saggiamente deciso di dimenticarle, come altri milioni di persone, perchè non sono importanti per godersi l’intreccio.

Ma io mi aspettavo un film adulto!

E facevi male! Star Wars è SEMPRE stato un film per tutti. In questo la linea Disney è stata esemplare, risultando molto più efficace di quella seguita da Lucas stesso quando si mise a sproloquiare di politica, lobby mercantili e rovesciamenti senatoriali. L’audience di Star Wars si resetta a ogni nuova release e si va ad aggiungere a quella precedente, sono i vecchi che devono adeguarsi ai nuovi, non il contrario. Cioè davvero ti aspettavi, chessò, un InterstellarWars? Per carità, non lo avrai nemmeno tra mille anni. Certo Abrams aveva forse svecchiato meglio Star Trek, ma tra le due serie c’è un abisso: i film di Star Trek sono sempre stati una mezza schifezza senza pretese, a parte forse i primi due (e il quarto, che però è una commedia) e la loro incidenza nella Storia del Cinema è pari a zero spaccato, per cui si poteva prendere il brand è strapazzarlo come si voleva. Maneggiare Star Wars è un altro paio di maniche.

Ma io mi aspettavo qualcosa di diverso!

Se ci pensi bene, sai che è un tuo problema. Cioè, io lo capisco eh, vivi immerso in Star Wars da 20/30/40 anni e a ogni visione hai legato un ricordo, una sensazione, un’esperienza. Io ricordo alla perfezione il giorno in cui mia madre mi portò a vedere l’Impero (cominciai con quello) o l’incazzatura derivante dal fatto che volevo andare a rivedere Il Ritorno dello Jedi ma poi quella sera al Mignon di Milano l’avevano sostituito con Io & Caterina con Alberto Sordi. TUTTI si sono fatti il proprio film di Star Wars in testa prima di vedere questo, quindi, molto prosaicamente, non è che Il Risveglio della Forza è venuto male/è brutto/senza cuore, ma semplicemente non corrisponde alla TUA idea di Star Wars. Pazienza, forse non ti ricordi bene in che stato eri quando uscisti dal cinema dopo Episodio I.

Ma Episodio I era meglio!!1!!!1!1!!

Hahahaha, buona questa!

Ma anche no.



Players è un progetto gratuito.

Se ti piace quello che facciamo, puoi supportarci (o offrirci una birra) comprando musica, giochi, libri e film tramite i link Amazon che trovi negli articoli, senza nessun costo aggiuntivo.

Grazie!
, ,
Andrea Chirichelli

Classe '73. Giornalista da tre anni, ha offerto il suo talento a riviste quali Wired, Metro, Capital, Traveller, Jack, Colonne Sonore, Game Republic e a decine di siti che ovviamente lo hanno evitato con anguillesca agilità. Ha in forte antipatia i fancazzisti, i politici, i medici, i giornalisti e soprattutto quelli che gli chiedono foto.

Similar Posts
Latest Posts from Players

9 Comments

  1. Quando leggo in giro i (pochi, per fortuna) genietti che decidono insindacabilmente di criticare a tutta “forza” Star Wars (per “oscuri” motivi che vanno dall’antipatia al semplice mettersi in luce per finire poi in esagerate ricerche e tecnicismi alla ricerca della perfezione assoluta) mi viene da ridere senza fine… Poi torno serio, vorrei rispondere a tono ma con diplomazia a tutti, smontare certe teorie così particolari in maniera minuziosa ma sadica, e ti imbatti in un articolo così, che fa tutto al posto tuo. Sinceramente me lo rileggo e lo uso come mia “lightsaber” contro quei pochi Sith della critica a tutti i costi, che cercano problemi e/o errori per il solo gusto di demolire o perché fa figo, ma dimenticano la meraviglia che genera uno Star Wars!

  2. come ho già detto in un altro sito, bisognerebbe andare al cinema per godersi il film, innanzitutto, e non per smontarlo…c’è anche da dire che l’hype montato dalla disney ha rischiato seriamente di ritorcerglisi contro

  3. Sarà, ma a me non ha emozionato nemmeno un istante. Etichettatemi come volete, come più vi fa sentire sicuri di essere nella ragione, ma da amante del cinema questo non è un film, è un prodotto di consumo.

  4. Che dire…sono da sempre un fan della saga, perché con la prima trilogia ci son cresciuto da bambino e con la seconda ho potuto ammirarne gli antefatti da giovane.

    Ora, da adulto, posso dire senza ombra di dubbio e timore di smentite che la prima puntata di questa nuova saga è una puttanata terrificante, indipendentemente da come potrà svilupparsi la storia successiva.

    Perché:

    1) è un remake nudo, crudo e concentrato: stessa trama, stesse battute, ma il tutto banalizzato e raffazzonato;

    2) effetti speciali ridicoli, considerando la portata del filone e gli anni trascorsi dall’ultimo episodio. Episodi 1-2-3 di gran lunga superiori a questo, che vince a malapena contro gli episodi 4-5-6 (girati 40 anni prima……). Con il marchio (alias budget) Disney una cosa inaccettabile Vol. 1

    3) attori al limite e, in alcuni casi, al di là del patetico: inesperti, inespressivi, senza carisma. Con il marchio (alias budget) Disney una cosa inaccettabile Vol. 2

    4) Dialoghi osceni, adatti a film d’animazione per ottenni. Con il marchio (alias budget) Disney una cosa inaccettabile Vol. 3

    5) Paragoni impietosi tra personaggi vecchi e nuovi, al cui apice sta il binomio Darth Vader-Cattivone Nuovo

    6) Alcune perle della pagliacciata, in ordine cazzuale:

    – Han Solo che chiama il figlio cattivone, tanto Forte ed Oscuro da non accorgersi di avere il padre alle calcagna;

    – la protagonista benedetta dalla Forza con 0 spiegazioni che, in un nanosecondo, senza un briciolo d’addestramento e per ben due volte, riesce a sconfiggere il cattivone (nel secondo caso patricida e quindi ancor più cattivone);

    – il sempre cattivone di turno che, preso dall’ira, invece di uccidere amici, nemici e passanti a caso, se la prende con la sala computer, come un bambino delle elementari dopo aver perso alla playstation;

    – il cattivone che ha veramente rotto i coglione perché, per farci la sorpresa di mostrare la faccia da sfigato con le orecchie a sventola e farci sentire la voce da nerd universitario, non aspetta di levarsi la maschera davanti a suo padre ma bensì di fronte ad una ragazza che manco conosce e che comunque non gliela darà mai, perché si è già innamorata del mandingo nero.

    Domande?

    1. Che dire : un parere fuori dagli schemi, almeno di quelli che paiono ingabbiare i cervelli di quelli che, da qualche settimana, scrivono recensioni e commenti, osannando un film la cui mediocrità ha pari forse solo nell’ostinazione di chi lo difende.
      Anzi a dire il vero chi lo difende è paradossalmente più creativo perché costretto ad inventare giustificazioni e spiegazioni sinceramente poco credibili e molto risibili.

      Lo spessore dei personaggi di questa “porcata” in salsa disneyana trova pari solo in quelli dei meravigliosi lungometraggi (per favore non chiamiamoli film) delle varie eroine ed eroini dei teen agers degli ultimi 10 anni : da Hanna Montana a Violetta, passando da Austin & Ally o Zac & Cody, per arrivare appunto al bimbominkia cattivone di SW Ep 7 e tutta la stuola di insignificanti soggetti creati per questa mirabolante nuova avventura di Star Wars.

      Imbarazzante.
      Film lento, lento e ancora lento. Tanto lento in alcuni punti che pare che non sia stato neanche montato.
      Combattimenti con le spade laser al limite del ridicolo.
      Ma perché sprecare altre parole per questa boiata?

      Diciamo piuttosto che con questo capolavoro hanno raggiunto un obiettivo incredibile (oltre all’inevitabile colossale incasso….visto che ci hanno martellato il cervello con pubblicità e gadget che al confronto la campagna pubblicitaria di MediaSet per la Champions scompare) : con un unico film sono riusciti a fare il seguito di Star Wars e Balle Spaziali.
      Mel Brooks dovrà inventarsi qualcosa di nuovo….e visto che il settimo episodio della saga non ha inventato nulla, vuoi mica che M.Brooks riuscirà a fare un vero film di fantascienza?

    2. Recentemente ho rivisto Episodio I-II-III e specie il primo è di una lentezza insopportabile (al netto di Jar Jar, degli alieni che parlano come i russi nei film anni ’50, etc.etc.). Il secondo è ammazzato dalla love story tra i due teen che è scritta come peggio non si potrebbe. Il terzo è buono, ma oramai la frittata era fatta. In “Come Star Wars ha conquistato l’Universo”, eccelso libro di Chris Taylor, emergono tutti gli scazzi della lavorazione con gli attori (bravi in potenza, pessimi all’atto pratico, credo che per tutti sia stata la peggior prestazione della loro vita, McGregor e Portman in testa) che passavano le giornate davanti ad uno schermo verde. Episodio III non ha avuto UNA sequenza girata in esterni. Il Risveglio della Forza sarà pure derivativo, ma era quello che volevo, per innovare ci sono gli spinoff e i prossimi due.

      Non vedo il fondamento delle critiche ai nuovi personaggi.Finn si trasforma per sua scelta da numero a persona, Rey è la protagonista quando Lucas ha sempre dediato poco spazio al gentil sesso; Kylo Ren è un ragazzo pieno di dubbi che prende sempre le decisioni sbagliate. Per tutti e tre l’evoluzione dei personaggi sarà interessante e magari pure per Cameron Poe, che s’è visto poco. Avere un cattivo già formato, questo sì sarebbe stata una pessima idea.

      1. Tutto è lento….15 anni fa…….Fra 15 anni questa sarà una buffonata al rallenty, col tuo metro di giudizio. D’altra parte se mostri Episodio 4 o 5 o 6 ad un 15enne odierno credo ti sputerà in faccia per scacciare la noia delle immagini (scene Ewoks tra le più noiose e grattacoglioni della storia del cinema, sempre usando il tuo metro).

        Episodio I-II-III sono semplicemente la storia di come il personaggio più iconico (forever…..) della saga si è trasformato prima in jedi e poi in sith. Bisognerà pur farlo partire da bambino credo, per dare qualche spiegazione il più possibile vicino alla logica.
        E soprattutto è una storia originale con qualche citazione, non una storia fatta di copia&incolla mascerata da citazionismo.
        Certo che forse preferivi un remake gigante di tutta la prima saga, col cambio finale del figlio che non salva il padre, passando invece alle dipendenze dell’imperatore. Copione fotonico e innovativo ora che ci penso…..

        La love story, te lo dico perché forse non te ne sei accorto, c’è anche in questo “nuovo” episodio……..La bella figa che smelenseggia col superdotato nero a suon di “ti stringo la mano/non mi stringere la mano – ti do un bacino perché dopo il combattimento non stai troppo bene”…….Non oso immaginare cosa potranno inventarsi nel prossimo, spero che almeno ci sbattano dentro un bel rapporto a tre col pilota guardone bianco….

        Attori sottotono sono sempre meglio di non-attori. La scena della paladina e del bimbo cattivo che si fronteggiano a colpi di sguardi e giochi mentali della forza è qualcosa di altamente ridicolo.

        Scene in esterno??? C’è ancora qualcuno a cui interessano??? Pensavo bastassero un milione di esplosioni al minuto e scene create al computer per soddisfare la generazione inebetita dal filone superhero.
        Sai cosa me ne faccio di scene girate in esterno se le ho già viste cacate e sputate addirittura 40 anni fa? Te lo devo proprio dire o ci arrivi da solo?

        Il punto è che non è derivativo, è che questa puntata è una carta carbone bella e buona. Di tre film, ne hanno già buttato nel cesso uno in fatto di idee…complimentoni…….Ah sì, però dovevano far cassa e coprire le spese……bravi……ci sono riusciti…….
        Ti accontenti di fare la raccolta delle figurine della stessa annata, tutti gli anni? Beato te, ti basta poco.

        Capitolo personaggi…..La bella figa protagonista è messa lì solo perché fa tirar la minkia ai maschietti…….o credi davvero che sia fatto per parità dei sessi?
        Chi voleva un cattivo già formato? Si chiedeva solo di non vedere un’ombra pallida e sfigata di Anakin/Darth Fener, senza arte né parte e sceneggiato da cani.

        P.S.

        Sarai tra quelli che fra 15/20 anni si sorbiranno il terzerrimo remake/reboot/spin off/ad minkiam e grideranno al fantasmagorico/leggendario/galattico.
        Cioè, come vendere ghiottonerie già passate nell’apparato digerente e farle apparire come cibi freschi di produzione solo perché si incartano in una pubblicità ridondante, drogante, rimbecillente.

        P.S. 2
        96% di critiche positive, ho letto da qualche parte. Se vero, percentuali bulgare da regime lobotomico…….se falso…..bhé….una parte di investimento Disney è andato anche in questa direzione…..

  5. Non mi sembra il caso di discutere sulla “scientificità” di SW. Non lo è mai stato ed è una saga border line tra la fantascienza e il fantasy. Va benissimo (Per inciso non è vero che l’unico film “per scienziati” è 2001 ASO. Star Trek dove lo mettiamo? Tra i suoi fan c’è Stephen Hawking…)
    Ma torniamo a SW ep7… Dunque c’è un droide che finisce su un pianeta desertico con dei dati fondamentali per non far soccombere la Galassia al male. L’eroe (eroina), un futuro Jedi con un lavoro umile e che non sa né cosa sia la Forza nè tanto meno di possederla), con l’aiuto di anziani che hanno già combattute altre fasi di questa guerra tra il bene e il male andrà via dal pianeta sia per combattere sia un cattivo-ma-cattivo-per-davvero (che tra l’altro la torturerà), sia per distruggere un’arma tremenda delle dimensioni di un corpo celeste picchiando duro sull’unico punto debole che, per fortuna dei buoni, la diabolica arma finale possiede.
    Idea carina, no? Ma ho una strana sensazione… come di aver già visto qualcosa del genere…
    Oh, cavolo!!! Ecco dove l’ho già visto! E’ esattamente identico a SW ep.4, cioè il capostipite assoluto!!!
    E’ una vaccata di remake, con gli effetti migliorati. Ecco cosa è ‘sto strombazzatissimo ep.7.
    Delusione, tremenda delusione.

  6. Perfettamente d’accordo su tutto. Tranne su una cosa. A me Anakin, (Ep. II e III) va benissimo così com’è. A pensarci bene anche il piccolo Ani mi piace. :-P

Comments are closed.