Nvidia Android Shield è un dispositivo basato su Android TV, la piattaforma creata per portare il sistema operativo Android su televisori “smart” e dispositivi multimediali. Rispetto agli altri prodotti che la sfruttano, questo è caratterizzato da un hardware fatto per soddisfare le necessità dei videogiocatori, e in particolare per chi desidera utilizzare la piattaforme per videogiochi in streaming creata da Nvidia. All’evento di presentazione del prodotto, Nvidia non ha esitato a definirlo “il primo sistema di videogioco in streaming che funziona sul serio”. Ho potuto avere il prodotto in prova per pochi giorni, e questo articolo è il risultato delle mie osservazioni. Non mi considero un esperto di videogiochi, e in particolare non conosco bene il mondo delle console, quindi non azzarderò paragoni con Playstation o Xbox; il mio punto di vista sarà quello del “casual gamer” che accede per la prima volta al mondo del videogioco in streaming.

Le specifiche

Rispetto agli altri dispositivi Android TV, Nvidia Android Shield ha due considerevoli vantaggi. Il primo è il processore Nvidia Tegra X1, in grado di gestire anche videogiochi che richiedono una buona potenza di calcolo. Il secondo è la capacità di fornire nativamente immagini in risoluzione Ultra HD, quella dei più moderni televisori 4K, a 60 fotogrammi al secondo. La connessione al televisore avviene ovviamente attraverso una porta HDMI, mentre la connessione di rete può avvenire sia tramite una porta Ethernet, sia tramite Wi-Fi; quest’ultimo è utilizzato anche per i gamepad. Sono presenti anche una porta micro USB 2.0 e due USB 3.0, rispettivamente per accedere alla memoria e per la connessione di dispositivi esterni. Nella versione base lo spazio disponibile è di 16 GB (espandibile tramite una scheda micro SD), più che sufficiente se si intende usare prevalentemente la modalità streaming. Altrimenti esiste anche una versione con un hard disk da 500 GB di memoria. La differenza di prezzo però è notevole: 199,00 € per la versione base, 299,00 € per quella con disco rigido.

Nvidia Android Shield con gamepad

Prime impressioni

Appena uscita dalla scatola Android Shield colpisce favorevolmente per il suo aspetto. Non molto grande e sufficientemente bassa da poter stare davanti al televisore senza coprire lo schermo (130 x 210 x 25 mm), ha un look molto aggressivo a causa del motivo a blocchi obliqui, con la linea di incastro illuminata di verde grazie a un LED. Se vi piace ostentare la vostra tecnologia, è sicuramente un dispositivo che sa farsi notare. Si può acquistare a parte un supporto che permette di renderla ancora più visibile tenendola in posizione verticale, peccato che costi ben 34,99 €: un po’ troppo per un pezzo di plastica.
Altra nota positiva: è incluso il cavo HDMI per il collegamento al televisore. C’è però un solo gamepad: Chiunque abbia usato uno smartphone Android non dovrebbe avere alcuna difficoltà a districarsi con l’interfaccia di Android TV, estremamente simile. I contenuti sono organizzati in modo logico, ed è comunque possibile personalizzarne la disposizione.
La navigazione avviene attraverso i gamepad, che sono anche dotati di microfono in grado di ricevereper giocare in due occorre acquistarne un altro a 59,99 euro.
Alla prima accensione occorre rassegnarsi a numerose attese mentre il dispositivo si aggiorna ripetutamente.

L’interfaccia

comandi vocali. Normalmente ho preferito navigare usando i joystick, ma la ricerca vocale può risultare utile per specificare direttamente il titolo di un film o di un gioco che si sta cercando.
I gamepad sono dotati anche di un’uscita cuffie per giocare senza disturbare. La dotazione di pulsanti, joystick e grilletti è quella standard, con l’aggiunta di tre pulsanti a sfioramento con le funzioni dei tre tasti base di Android. A questo proposito ho notato un’incongruenza: nel set che mi è stato fornito, sul gamepad che accompagnava la console i tasti riportavano i “vecchi” simboli, mentre su quello aggiuntivo c’erano i simboli più stilizzati usati nelle versioni più recenti del sistema operativo. Nulla di grave, ma mi ha causato qualche piccola difficoltà di apprendimento.
Per 54,99 è possibile anche acquistare un telecomando che consente di navigare e riceve comandi vocali. Si tratta di un oggetto molto bello e funzionale; tuttavia, dato che non ha funzioni che non siano presenti anche sui gamepad, appare un po’ superfluo.

Giocare in streaming

È ovviamente possibile scaricare e installare su Nvidia Android Shield i giochi presenti su Google Play, ma la parte più interessante è ovviamente il gioco in streaming attraverso il servizio GeForce Now. Al prezzo di 9,99 € mensili (con tre mesi gratuiti offerti al momento dell’iscrizione) è possibile accedere a un repertorio di un centinaio di titoli, che verrà continuamente ampliato, e include serie di successo come Batman e Lego. La risoluzione è di 1080p a 60 fps.
Funziona? Io l’ho provato sfruttando una connessione a fibra ottica (quindi nelle migliori condizioni disponibili in Italia), e devo dire di essere rimasto impressionato. L’ingresso nel gioco è praticamente immediato (in una sola occasione o dovuto aspettare una ventina di secondi in coda al server, altrimenti non c’è stata alcuna attesa). In alcuni momenti ho riscontrato brevi glitch e distorsioni nell’audio, ma la riproduzione video e la risposta ai comandi non hanno mai presentato problemi. Insomma, giocare in streaming si può.

Televisione

La riproduzione di contenuti televisivi in streaming non è certamente una funzione da cui mi aspettavo intoppi, ma ho comunque voluto provarla, e con ottimi risultati: selezione e visione di un telefilm scelto dal repertorio di Netflix non hanno causato la minima difficoltà (ovviamente è necessario un regolare abbonamento al servizio) . Idem dicasi per la visione di contenuti attraverso YouTube.
Se sul vostro PC avete salvato una grande quantità di contenuti video o fotografici, sappiate che potete visionarli su Android Shield usando Plex, un servizio gratuito che permette lo streaming video dal PC verso altri dispositivi. Il ridotto tempo a disposizione per il test non mi ha consentito di provarlo.
Inoltre con Chromecast è possibile visualizzare immagini provenienti da altri dispositivi Android.

Tirando le somme

Nvidia Android Shield è un bel prodotto, di quelli che dispiace dover restituire a prova finita. Se disponete di una buona connessione, (indispensabile per lo streaming), è sicuramente da prendere in considerazione. Anche il prezzo mi sembra più che adeguato alle prestazioni (anche se gli accessori sono inutilmente cari). Mi pare un prodotto particolarmente adatto per le famiglie, che con un unico dispositivo possono soddisfare le esigenze di tutti. Inoltre, visto che lo streaming sembra essere il futuro del videogioco, la scelta di titoli non potrà che crescere e migliorare.



Players è un progetto gratuito.

Se ti piace quello che facciamo, puoi supportarci (o offrirci una birra) comprando musica, giochi, libri e film tramite i link Amazon che trovi negli articoli, senza nessun costo aggiuntivo.

Grazie!
, , ,
Marco Passarello

Ingegnere non praticante, lettore (e occasionalmente scrittore) di fantascienza, noto anche con lo pseudonimo di Vanamonde (rubato ad Arthur C. Clarke). Per vivere esercita la dubbia professione del giornalista. Scrive su Nova 24, Pagina 99 e varie testate di settore, Ha fatto parte delle redazioni di Computer Idea e Computer Bild. Blog: (<a href="http://vanamonde.net/blog">vanamonde.net/blog</a>).

Similar Posts
Latest Posts from Players