I fumetti che avreste dovuto leggere nel 2016

Nonostante i costanti allarmismi, il fumetto in Italia pare passarsela discretamente bene. Lo dico senza conoscere i dati di vendita, che le case editrici comunque custodiscono gelosamente. Eppure nelle librerie di varia fumetti e affini si guadagnano sempre più spazio, nuove pubblicazioni si affacciano sempre più spesso in edicola e senza prenotazione spesso mi capita di non trovare i fumetteria volumi particolarmente attesi a pochi giorni dall’uscita.

Fare una selezione, vista la mole di materiale disponibile, è dura. Non posso fare altro che pescare dalle letture passate sul mio comodino negli ultimi dodici mesi. Troppi supereroi, è vero, ma nessuno è perfetto, e io, oltre a non esserlo, mi ostino a non voler crescere.

Spider-man Collection vol. 1 – Tornando a casa

spiderman-collection-vol-1-tornando-a-casa

Dopo il successo della Collection dedicata a Daredevil, Panini ripropone la stessa operazione con il supereroe di punta della Marvel, Spider-man. Il primo volume di questa collana antologica che raccoglie cicli narrativi significati della storia editoriale dell’arrampicamuri è dedicato alle prime storie scritte da Straczynski. Cosa succede quando si mette alle redini di Spider-man uno scrittore che non ha mai scritto un singolo volume a fumetti prima di allora? Storie nuove, fresche, fuori dai canoni del medium. Nel frattempo due aerei abbattevano le torri gemelle e Spidey si ritrovava ad affrontare la tragedia più imponente mai occorsa alla sua città.

La terra dei figli – Gipi

gipi-la-terra-dei-figli

La nuova graphic novel di Gipi. Non ci sarebbe bisogno di di altro. Aggiungo poco infatti. Un padre e due figli in un mondo desolato. Il tratto di Gipi, sporco, ruvido, in un essenziale bianco&nero, eppure preciso nel cogliere ogni emozione. Il tutto impacchettato in un’affilata metafora delle dinamiche dei social network.

Dylan Dog 361 – Dopo un lungo silenzio

dopo-un-lungo-silenzio-tiziano-sclavi

Tiziano Sclavi torna a scrivere la sua creatura, Dylan Dog, dopo averla lasciata al suo percorso diversi anni fa. E lo fa parlando di un tema assai doloroso, per entrambi, l’alcolismo. Oltre all’edizione da edicola la storia è stata raccolta in un bel volume da libreria che include in coda l’intera sceneggiatura di Sclavi. Il tutto un mese dopo l’albo del trentennale e l’annuncio di una nuova serie dell’indagatore dell’incubo scritta dal suo papà.

Himitsu – Top Secret

himitsu-the-top-secret-001

Nel futuro, grazie a un semplice ecografia entro poche ore dalla morte, sarà possibile carpire dal cervello di un defunto tutti i segreti che contiene. Uno spunto fantascientifico che ha dato vita un manga celebrato nel Sol Levante e finalmente disponibile anche da noi grazie a RW Goen. Certo, dopo i primi due volumi pubblicatia distanza di una settimana nei primi mesi dell’anno si sono perse le tracce delle successive uscite dell’opera di Reiko Shimizu , ma il 2017 non potrà essere peggio del 2016, no?!

Pugni – Paolo Castaldi & Boris Battaglia

pugni

Devo mettere le mani avanti. Conosco Paolo personalmente e ho avuto di recente il piacere di conoscere anche Boris presentando il volume in una bella fumetteria milanese. Perciò potete dubitare della mia obiettività senza andare in cerca di complotti. Sappiate però che fareste male. Perché Pugni è un oggetto narrativo non identificato e bellissimo. Non è strettamente fumetto né libro. Raccoglie però in sé 11 bellissime storie di boxe che rivivono nelle parole di Boris Battaglia e nelle illustrazioni di Paolo Castaldi.

Demokratia vol.1

demokratia

Due ingegneri danno vita a un androide il cui sistema di controllo si regge sul voto del popolo della rete. Mei, questo il suo nome, viene percepito come l’essere definitivo e perfetto, dotato di saggezza divina. Una riflessione di Motoro Mase, abituato a realizzare manga che indagano le contraddizione della società contemporanea, sulle conseguenze della soluzione più democratica possibile. Ho il vago sospetto che la lettura possa rivelarsi di stringente attuale molto presto, per quanto ci riguarda.

La saga del clone

la-saga-del-clone

La Saga del clone è probabilmente la storia di supereroi più discussa di sempre. Lunga. Spesso sconclusionata. Avvitata su se stessa. Per lo più brutta. Eppure è entrata di forza nell’immaginario collettivo e a 20 anni di distanza ancora se ne discute. Anche la recente riedizione della Panini ha suscitato parecchie discussioni perché nell’opera di taglia e cuci ha omesso alcune storie molto importanti a favore di altre trascurabili. Insomma la Saga del clone rimane una storia di cui non può fare a meno di parlare: inevitabile in un’epoca in cui la nostalgia di una generazione ancora non invecchiata guida i gusti di una generazione che non ha mai vissuto gli oggetti della nostalgia.

Kobane Calling – Zerocalcare

kobane-calling

I reportage di Zerocalcare dal Kurdistan pubblicati su Internazione sono stati raccolti in un bel volume – insieme ad alcuni inediti – da Bao. Probabilmente il modo migliore per far conoscere Zerocalcare a chi ancora non conosce Zerocalcare. Ma anche il modo migliore per far conoscere cosa succede sul confine turco a che non riesce ad alzare lo sguardo oltre i confini del proprio giardino.

Il Cavaliere Oscuro III – Razza Suprema

cavaliere-oscuro-iii-razza-suprema

Leggo troppi supereroi, è vero. Ma il ritorno di Frank Miller nell’universo narrativo del Cavaliere Oscuro è un evento editoriale che non può non finire tra gli i momenti memorabili dell’anno. Purtroppo Miller si limita a scrivere lasciando le matite a un Andy Kubert non eccezionale, concedendo il suo segno sempre più sintetico e brutale a delle brevi backstory pubblicate all’interno di mini albetti spillati. Bisogna ammettere che arrivati al quinto albo non sembrano esserci i segni dal capolavoro, ma il cavaliere oscuro di Miller è tornato, e chissenefrega.

Bumf vol.1 – Joe Sacco

bumf-vol-1

Per rifarmi della vacuità della precedente proposta è il caso di tirare giù dalla libreria Bumf vol. 1 di Joe Sacco. Dopo aver realizzato un libro grandioso, ma anche un grande libro, in tutti i sensi, sulla prima guerra mondiale, il giornalismo a fumetti di Sacco bersaglia Obama con una feroce satira politica. L’ormai prossimo ex presidente degli USA si sveglia nelle prime pagine con il corpo di Nixon, la mente di Nixon e le idee di Nixon. Senza che nessuno al mondo noti alcuna differenza.

Quando c’era LVI – Fabbri & Antonucci

quando-cera-lvi

A proposito di satira. Qui da noi c’è sempre bisogno di un fumetto che ride del duce, dei fascisti nostalgici, di quelli di ritorno e di quelli mascherati da populisti. Se poi fa incazzare gli indomiti cuordileone di Casapound al punto da scatenare un valoroso assalto contro le riottose edizioni di una piccola casa editrice, vuol dire che ha centrato perfettamente il punto.

BONUS – SAGGI SUL FUMETTO

Graphic Novel – Andrea Tosti

Il sottotitolo dice tutto: Storia e teoria del romanzo a fumetti e del rapporto tra parola e immagini. Quella realizzata da Andrea Tosti – col contributo di Marco Pellitteri,Vitantonio Troiani, Federica Lippi e Giulia Menzetti – è un’opera titanica. Uno studio sulla lunga relazione che unisce parole e immagini dalla preistoria ai giorni nostri. Un volume imponente che riflette sulle origini del fumetto, critica la critica, si muove tra Italia, Europa, USA e Giappone confrontandosi col complesso di inferiorità che da sempre accompagna il medium fumetto.

graphic-novel

Leggere Watchmen – Francesco Moriconi

A proposito di imprese titaniche: come vivisezionare l’opera supereoistica più importante di sempre in oltre 600 (solo?) pagine. Moriconi ha confezionato la guida definitiva a Watchmen, sviscerando segreti e ispirazioni, analizzando le singole vignette, portando a galla ogni tematica toccata. Per non farsi mancare nulla Moriconi ha incluso anche un capitolo dedicato alle risorse più interessanti da scovare in rete e un’intervista a Dave Gibbons. Raggiungere il bardo di Nottingham era davvero chiedere troppo.

leggere-watchmen

MetaMaus – Art Spiegelman

Quando poi è lo stesso autore dell’opera a tornare sul processo creativo che l’ha portato a dare vita a un capolavoro della letteratura mondiale, siamo tranquillamente dalle parti dell’evento editoriale. Dopo l’annuncio di un paio d’anni e fa e il limbo editoriale seguente, l’intervista fiume del 2011 a Spiegelman corredata da bozzetti, foto e una versione digitale di Maus nel DVD allegato ha raggiunto quest’anno le nostre librerie grazie a Einaudi. Il 2016 forse non è stato un anno poi terribile.

metamaus



Players è un progetto gratuito.

Se ti piace quello che facciamo, puoi supportarci (o offrirci una birra) comprando musica, giochi, libri e film tramite i link Amazon che trovi negli articoli, senza nessun costo aggiuntivo.

Grazie!
More from Claudio Magistrelli

La Lega degli straordinari Gentlemen: Century – Critica dell’immaginazion pura

La lega degli straordinari gentlemen è sotto diversi punti di vista l’opera...
Read More
  • Francesco Malevolti

    Claudio io lo so che tu ne sai :-), però “Dopo un lungo silenzio” tra i migliori dell’anno no dai… Anche se l’ha scritto Sclavi(o forse proprio per quello).

    • Claudio Magistrelli

      Nelle mie intenzioni questi non sono necessariamente i best, ma i fumetti che andavano letti nel 2016, secondo quello che mi è passato tra le mani. Si può discutere quanto vogliamo sulla bontà dell’albo, ma il ritorno di Sclavi su DD va letto a prescindere. :)

      • Francesco Malevolti

        Ah ok, diciamo che avevo leggermente frainteso il senso dell’articolo ecco.