Mario Kart 8 Deluxe: una seconda opportunità non si nega a nessuno

Qualche tempo fa, parlando di WiiU, la definimmo una consola meravigliosa che nessuno compra. Il tempo purtroppo ci ha dato ragione nel senso che, appunto, nessuno l’ha comprata, costringendo Nintendo a due anni di nulla ludico assoluto, almeno sul fronte casalingo. Mentre meno di 10 milioni di persone si divertivano con i pochi, ma eccezionali titoli della console, tutti gli altri aspettavano la nuova idea della grande N (o, più prosaicamente, giocavano con Pc, Ps4 e One).

I primi mesi di Switch sono esattamente quello che era lecito aspettarsi dopo un’esperienza fallimentare come quella di WiiU: un mix di titoli molto attesi che chiudono la vita di una piattaforma, aprendo le danze su quella nuova (Zelda), nuove Ip tutte da valutare (Arms) e riproposizioni rivedute e corrette di giochi che hanno avuto successo, ma in un contesto troppo limitato: il sequel di Splatoon è in arrivo ma oggi parliamo di Mario Kart 8 Deluxe, forse il miglior titolo in assoluto tra quelli disponibili per WiiU.

Lo dico subito: per quanto le aggiunte rispetto alla versione WiiU ci siano e possano costituire un plus non indifferente per certi giocatori, dal mio punto di vista l’assenza di nuovi percorsi è inaccettabile, specie perché ho fatto parte di quel gruppo di giocatori che si è comprato entrambi i DLC pubblicati per la versione WiiU e avrei preferito che in questa versione Deluxe, venissero investite più risorse in questo senso.

Cosa c’è di nuovo, quindi? Cinque personaggi (Bowser Jr., Tartosso, Re Boo, Ragazzo e Ragazza Inkling), una modalità battaglia completamente ripensata (in meglio, per fortuna) alcuni nuovi power-up (i Boo e la Piuma e stavolta possiamo portarne due per volta) e doverosi aggiustamenti sul fronte tecnico (tempi di caricamento ridotti, migliore illuminazione, fluidità “liquida”). Lato gameplay, l’aggiunta di un power-up in più rende le gare particolarmente “affollate” sotto questo punto di vista, rendendo leggermente meno importante l’abilità di guida: tempi duri per chi sta in testa, insomma, visto che gusci rossi e blu sono pronti a nuocere gravemente alla loro bile.

Il vero cambiamento, epocale, apportato da Mario Kart 8 Deluxe rispetto alla versione per WiiU è quindi da individuarsi nella sua portabilità e, credetemi, non è cosa da poco. Dal giorno della sua presentazione Nintendo ha puntato molto, se non tutto, sulla doppia natura della sua console ma secondo me Switch è, semplicemente, la miglior console portatile di sempre e ciò rappresenta il suo vero valore aggiunto rispetto alla concorrenza. Adesso non resta che convincere di questa evidente verità anche Nintendo…



Players è un progetto gratuito.

Se ti piace quello che facciamo, puoi supportarci (o offrirci una birra) comprando musica, giochi, libri e film tramite i link Amazon che trovi negli articoli, senza nessun costo aggiuntivo.

Grazie!
More from Andrea Chirichelli

Perché le stroncature di Destiny sono la migliore notizia dell’anno in ambito videoludico

Oddio stroncature. Ai miei tempi sono stato il “primo della classe” alle...
Read More