Annunciato proprio durante la GamesWeek milanese che finirà domani (a proposito, ottima idea quella di spostarsi a Rho, almeno non si soffoca), il THEC64 Mini, che sarà disponibile all’inizio del 2018 al prezzo di €79.99, non ha stupito poi molto. L’arrivo di un’altra mini versione di un sistema da gioco del passato, nello specifico il mitico Commodore 64, era appunto solo questione di tempo, visto che il boom delle mini console Nintendo ha rilanciato un business che da nicchia per appassionati nostalgici è diventato un affare quasi mainstream.

A dirla tutta questo THEC64 Mini, tecnicamente non sembra un granchè: vero, è grande la metà dell’originale ma…questo significa che piccolissimo non è. Ha solo 64 giochi: bello richiamare il nome del computer, però, come vedremo, potevano essere scelti molto meglio. Infine, il fatto che la tastiera non si possa utilizzare…e se ne debba usare un’altra usb, beh, lasciamo perdere. In ogni caso, a noi interessano i giochi, molti dei quali, va detto, non sono invecchiati proprio benissimo. Altri invece sono quasi eterni e quindi non resta che vedere quali sono i migliori presenti e le assenze imperdonabili.

Chi c’è: i 10 titoli migliori

Armalyte: il miglior shoot’em up del C64, pubblicato dalla Thalamus nel 1988. Pietra Miliare.

California Games: l’ultimo dei “games” Epyx, il celebre e venduto. Curiosamente, nella collection pare ci sia Summer Games II e non il primo…

Creatures: uscito nel 1990, quando tutti eravamo già passati all’Amiga da un pezzo, tecnicamente inarrivabile (se non dal sequel, assente)

Cybernoid: The Fighting Machine: assieme al sequel, presente, un’altro shooter pazzesco con una OST indimenticabile.

Hysteria: pubblicato da Software Projects nel 1987 è un run-and-gun di pregevole fattura, molto migliore di Hawkeye, tutta grafica e distintivo.

Impossible Mission: c’è anche il sequel e probabilmente è il miglior titolo della raccolta. Incredibile, allora e ancora oggi.

Iridis Alpha: è di Jeff Minter. Inutile aggiungere altro.

Mega Apocalypse: ottimo shooter pubblicato dalla Martech nel 1987. Non il migliore in assoluto per C64, ma in una ideale top 10 ci sta.

Nebulus: altro capolavoro che non è invecchiato di un giorno.

Paradroid: Pietra miliare, again.

Chi non c’è e invece dovrebbe esserci: le 10 assenze più gravi

IK+: il miglior picchiaduro per 64, ancora ineguagliato quanto a originalità.

The Last Ninja 2: miglior capitolo di una trilogia indimenticabile.

Archon: The Light and the Dark: gli scacchi o, meglio, la loro evoluzione.

Bubble Bobble. la migliore conversione per 64, assieme a Buggy Boy.

Buggy Boy: la versione 64 batte sia quella Amiga che il coin-op originale.

Turrican: “chetelodicoafare?”

Bruce Lee: clamoroso arcade che ibrida piattaforme e combattimento, classe 1984.

M.U.L.E.: EH.

MicroProse Soccer: il miglior calcio dell’era 8-16 bit, almeno fino a Perfect Eleven per SNES.

Project Firestart: a proposito di giochi come esperienze cinematografiche…

e non è finita, perchè potremmo continuare con Wizball, Leaderboard, Great Giana Sisters, Samurai Warrior: The Battles of Usagi Yojimbo, Uridium. Insomma, forse quei 64 slot si potevano utilizzare meglio , ma tant’è, noi abbiamo già effettuato il preordine…



Players è un progetto gratuito.

Se ti piace quello che facciamo, puoi supportarci (o offrirci una birra) comprando musica, giochi, libri e film tramite i link Amazon che trovi negli articoli, senza nessun costo aggiuntivo.

Grazie!
, , , ,
Andrea Chirichelli

Classe '73. Giornalista da tre anni, ha offerto il suo talento a riviste quali Wired, Metro, Capital, Traveller, Jack, Colonne Sonore, Game Republic e a decine di siti che ovviamente lo hanno evitato con anguillesca agilità. Ha in forte antipatia i fancazzisti, i politici, i medici, i giornalisti e soprattutto quelli che gli chiedono foto.

Similar Posts
Latest Posts from Players