Tutti insieme appassionatamente.

Netflix rilascia oggi le prime immagini video de La casa di carta – Parte 3, che arriverà su Netflix nel 2019 in tutti i paesi in cui il servizio è attivo.

Nel video, sulle note dell’iconica canzone Bella Ciao, i protagonisti già noti de La casa di carta tengono in mano il copione della terza parte, a loro si aggiungono nuovi membri del cast tra cui Hovik Keuchkerian (“Bogotà”), Najwa Nimri (“Alicia”), Fernando Cayo (‘Tamayo”), e il già annunciato Rodrigo de la Serna (“L’ingegnere”).

Tra i grandi ritorni quelli di Ursula Corbero (“Tokyo”), Álvaro Morte (“Il Professore”), Jaime Lorente (“Denver”), Miguel Herrán (“Rio”), Darko Peric (“Helsinki”), Alba Flores (“Nairobi”), Esther Acebo (“Stoccolma”), Itziar Ituno (“Raquel Murillo”), Enrique Arce (“Arturo”), Kiti Mánver (Mariví) e Juan Fernández (Colonnello Prieto) & Mario de la Rosa (Suarez). Nel video appaiono tutti in compagnia del creatore della serie Alex Pina e del regista Jesús Colmenar.

Un’altra sorpresa per i fan della serie è la presenza nel video di “Berlino” (Pedro Alonso), morto alla fine della rapina nella parte 2 della serie. La sua apparizione nel video farà riflettere i fan su quale potrebbe essere il suo effettivo destino nella serie.

La Casa di carta, con le prime due parti lanciate nel 2018, è la serie in lingua non inglese più vista sulla piattaforma streaming. La serie è prodotta da Vancouver Media. Netflix ha di recente annunciato un accordo multiplo con il creatore della serie Alex Pina.



Players è un progetto gratuito.

Se ti piace quello che facciamo, puoi supportarci (o offrirci una birra) comprando musica, giochi, libri e film tramite i link Amazon che trovi negli articoli, senza nessun costo aggiuntivo.

Grazie!
Andrea Chirichelli

Classe '73. Giornalista da tre anni, ha offerto il suo talento a riviste quali Wired, Metro, Capital, Traveller, Jack, Colonne Sonore, Game Republic e a decine di siti che ovviamente lo hanno evitato con anguillesca agilità. Ha in forte antipatia i fancazzisti, i politici, i medici, i giornalisti e soprattutto quelli che gli chiedono foto.

Similar Posts
Latest Posts from Players