Nel 1986, quando ancora esistevano, i più fortunati frequentatori delle sale giochi potevano imbattersi in un gigantesco cabinato con ben tre schermi affiancati, quello di Darius, uno dei più fortunati franchise di Taito, che sta al videogioco come Bach alla musica classica.
L’azienda nipponica, dopo aver sfornato classici del calibro di Space Invaders, Arkanoid e Bubble Bobble, provò la strada degli shoot’em up, con un certo successo. Darius non era particolarmente innovativo, ma era molto giocabile e, come tutti i titoli del tempo, piuttosto ostico. Il gioco venne ulteriormente raffinato in diverse versioni pubblicate nei mesi a seguire e tutte queste, assieme all’immenso Darius Gaiden (spettacolare arcade del 1994) e le varie conversioni casalinghe per console (Megadrive, Super Famicom e Pc Engine) sono da oggi disponibili in due (onestamente costosi) pacchetti per Nintendo Switch e PlayStation 4.

Darius Cozmic Collection Console comprende

Darius II (Mega Drive, JP version)
SAGAIA (Genesis, US version)
SAGAIA (Master System, EU version)
Darius Twin (Super Famicom, JP version)
Darius Twin (Super NES, US version)
Darius Force (Super Famicom, JP version)
Super Nova (Super NES, US version)
Darius Alpha (PC Engine, JP version)
Darius Plus (PC Engine, JP version)

a 54.99€

Darius Cozmic Collection Arcade comprende

Darius (Arcade, original version)
Darius (Arcade, new version)
Darius (Arcade, extra version)
Darius II (Arcade, Dual Screen version)
SAGAIA (Arcade, ver.1)
SAGAIA (Arcade, ver.2)
Darius Gaiden (Arcade)

a 39.99€



Players è un progetto gratuito.

Se ti piace quello che facciamo, puoi supportarci (o offrirci una birra) comprando musica, giochi, libri e film tramite i link Amazon che trovi negli articoli, senza nessun costo aggiuntivo.

Grazie!
Andrea Chirichelli

Classe '73. Giornalista da tre anni, ha offerto il suo talento a riviste quali Wired, Metro, Capital, Traveller, Jack, Colonne Sonore, Game Republic e a decine di siti che ovviamente lo hanno evitato con anguillesca agilità. Ha in forte antipatia i fancazzisti, i politici, i medici, i giornalisti e soprattutto quelli che gli chiedono foto.

Similar Posts
Latest Posts from Players