Progetto
Players è un progetto editoriale che mira a discutere di intrattenimento in maniera matura e indipendente, coinvolgendo un pubblico smaliziato e vagamente geek.

Scritta e assemblata da un team internazionale di veterani provenienti dai più disparati angoli del panorama mediatico, Players intende offrire il meglio di cinema, musica, videogiochi, arte, letteratura e tecnologia a chi – con una certa disperazione – si è ormai rassegnato a non trovare niente di decente da leggere in edicola o sul web.

Con interviste, speciali e approfondimenti, Players punta a diventare il magazine digitale di riferimento per menti sveglie ed affamate.

 

 

qa

Domande Frequenti

 

Players va considerato come un progetto commerciale?

Players è un progetto nato per passione degli argomenti trattati. Puntiamo a rifarci delle spese di produzione, promozione, hosting e abbonamento ai servizi che usiamo per offrire il magazine su iOS e Android. Sebbene l’idea di guadagnarci qualcosa non ci paia offensiva a fronte di tutto il lavoro che viene fatto, dall’inzio delle attività i proventi di raccolte fondi, (ex) abbonamenti, donazioni e introiti pubblicitari sono sempre stati reinvestiti nella rivista.

Quindi nessuno di voi viene pagato per scrivere e impaginare Players, gestire il sito e lavorare alle edizioni eBook?

Esatto. Finora il magazine è stato assemblato pro bono da parte di tutta la Redazione.

Posso mandarvi un CV, se mi interessa far parte del team?

Sì, a patto che ti sia chiaro che Players viene fatto su base volontaria.

Se vi mando i miei articoli, li pubblicherete?

Dipende. Li pubblicheremo se ci sembrano in linea con il resto della proposta di Players. Il che, fondamentalmente, significa che devono offrire contenuti non banali scritti in un ottimo italiano.

I collaboratori esterni ricevono compensi?

No, indipendentemente da fattori come fama, successo e/o potenziale ritorno di immagine. Chi collabora con Players lo fa su base volontaria, e con l’intenzione di fare sia qualcosa di bello e utile al lettore che di dar luogo ad uno scambio di visibilità fra iniziative.

Ma non c’è una cresta di qualche tipo sull’edizione cartacea?

No. I costi dell’edizione cartacea sono interamente dovuti a spese di stampa e spedizione, e sono raccolti da un servizio esterno (Peecho). Abbiamo deciso che i prezzi di stampa erano già sufficientemente elevati (stampare una copia singola ovviamente non dà accesso agli sconti che avremmo stampandone 10.000), e che è comunque nel nostro interesse diffondere la rivista il più possibile.

Questo sito è una testata giornalistica?

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001. L’utilizzo delle immagini segue le norme del fair use, per qualsiasi problema vi preghiamo di contattarci e verranno rimosse. E’ vietata la riproduzione, anche parziale, di immagini, testi, pagine e di ogni componente presente nel sito.

 

Diritti

I contenuti originali pubblicati sul sito vengono diffusi con con licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 3.0 Italia. Quanto sopra non si applica per il materiale dei collaboratori esterni (es: nel caso di disegni originali), per i materiale proveniente da altri siti o pubblicazioni e per i contributi esterni: in questo caso i cui diritti, dove non diversamente indicato, sono degli aventi diritto.
Players diffida chiunque dal distribuire tale materiale in forma pubblica o privata senza riportarne l’origine.
I diritti sulle immagini tratte da pubblicazioni appartengono ai rispettivi detentori e l’utilizzo all’interno del sito è al solo scopo di recensione, commento, critica ed informazione, senza alcuno scopo di lucro.
Se riscontrate sul sito immagini utilizzate senza la corretta indicazione di provenienza segnalatecelo e provvederemo a rimediare.